Venezia Canal Grande Palazzo Priuli Bon San Stae luglio 2016

July 4, 2016

Si è inaugurata sabato 2 luglio a Venezia nella Galleria d'arte Moderna Palazzo Priuli Bon la mostra collettiva "Passaggi in Laguna" curata dalla gallerista Loreta Larkina.

 

Recensione dell'autrice e critica Ives Celli          

 

<La mostra d’arte “Passaggi in Laguna” espone opere artistiche con varie tecniche, sia scultoree, di pittura ad olio, acquarello e pastello.
Il Percorso mostra, si apre con un’opera d’acquarello a macchia, che si dilegua creando visioni cromatiche informali. In questo senso si evolvono schemi suggestivi, che allargano una visione pittorica molto suggestiva, che non definisce il reale, lasciano libera l’immaginazione.  La presenza pittorica di ritratti, esprime le appartenenze culturali dell’ambiente, con l’intento di rilevare la conoscenza del mondo femminile.  I volti molto espressivi comunicano stati d’animo introspettivi, nel definire la condizione della donna nel mondo interiore. Il viaggio nella mente, si esprime verso l’immaginario, in un mondo inesplorato e pieno di suggestioni oniriche, con appartenenze simboliche di simbiosi, verso la natura e le trasformazioni, legate ad un senso di libertà interiore. I disegni di grafismi abbozzati, si espandono dentro schemi incompiuti, per evidenziare il complesso mondo interiore nei disagi della condizione femminile, dentro il conflitto esasperato della violenza. Le opere astratte con denominazione reale, tendenzialmente informali, esprimono suggestioni cromatiche che comunicano emozioni, legate al momento creativo. Le opere realizzate con i colori a pastello, evidenziano una donna in trasparenza. La tipologia e l’espressione del volto e dello sguardo, rappresentano una figura evanescente, che esprime dolcezza ed eleganza, per evidenziareuno studio attento del volto femminile. Lo scultore esprime la propria dimensione attraverso l’interesse per il cosmo, nella propria evoluzione surreale, che rimanda per analogia, ai simboli arcaici tra il concetto di tempo e spazio, legato a forme ancestrali del mito. Nella pittura ad olio ed acquarello è interessante il paesaggio figurativo espresso con tonalità equilibrate e suggestive, per creare atmosfere calde e armoniose. La tecnica acquarello, appare fluida e semplice, mentre si compiono tonalità affini al senso reale. L’opera che richiama l’impressionismo si espande dentro cromatiche di interesse pittorico, mentre si evidenziano le caratteristiche fisiche ed ambientali dei personaggi definiti. La presenza del fiabesco è presente in un’opera che coglie le raffigurazioni del passato, dentro atmosfere di identità, legate al mondo evolutivo, nella metamorfosi interiore. Dipinti informali e astratti, con notevole carica tonale, chiudono il percorso espositivo di questa mostra.>

 

 

 "Il viaggio è nella testa" olio su tela

 

 

 "Anima 002" olio su tela

 

 

Please reload

Recenti
Please reload

  • Instagram - Black Circle
  • Facebook - Black Circle

© 2016 by Longoni Katia